giovedì 11 ottobre 2012

"Those were the days"



Leningrad Cowboys diretti da Aki Kaurismäki

mercoledì 10 ottobre 2012

Una cartolina per noi tutti, datata 1993...


"Viviamo in un’Italia dove i temi della giustizia, i blitz delle forze dell’ordine, le inchieste, i processi, gli avvisi di garanzia sono spesso le uniche notizie della giornata. I palazzi di giustizia da Milano a Palermo, da Roma a Locri, sembrano diventati le vere centrali dell’interesse nazionale. Se un giudice si affaccia in televisione, sfonda il tetto degli ascolti. E dico tutto questo non certo per sposare la tesi dei giudici invadenti, e della rivoluzione sociale capitanata dai magistrati. Realisticamente, stiamo percorrendo la via giudiziaria alle riforme, quanto meno nel senso che i magistrati sembrano incarnare il simbolo di una neutrale e coraggiosa onestà, e sono stati finora gli unici in grado di infliggere, pur restando all’interno delle loro competenze, fieri colpi a un sistema immobile. Certo, è malinconico, – anche se inevitabile e benvenuto – che sia così. Ormai si discute a colpi di arma bollata. Una lunga impunità politica, un’incapacità di riforma del sistema, hanno dato il via libera a uomini di legge: del resto scelti come protagonisti e vittime dai nemici dello Stato (…). Non passa giorno che non vi siano (…) una miriade di rinvii a giudizio, un viavai di documenti con il timbro della cancelleria. Il destino di alcuni leader, di imprese importanti, di amministratori pubblici, sembra legato a quei pacchi di carte che i telegiornali ci mostrano mentre viaggiano da un ufficio all’altro. Ci stiamo abituando a una quotidianità giudiziaria, carceraria, inquisitoria in senso buono. (…) L’opera dei magistrati va lodata senza riserve. Ma speriamo in un futuro ci sia meno bisogno di loro"

15 Gennaio 1993 (Arresto di Totò Riina), Andrea Barbato nella sua trasmissione "Cartoline" così si rivolgeva a Vittorio Sgroi, Procuratore Generale della Cassazione

venerdì 5 ottobre 2012

Ventenni irriverenti, entusiasti, spericolati. Mamma Rai vi aspetta...

Barbara Scaramucci Direttrice Teche Rai: “Non vedo l’ora, giuro, di essere assediata da ventenni che propongano programmi per Internet da realizzare con le Teche. Li vorrei irriverenti, entusiasti, spericolati, ma… ma per ora non li vedo (…). O meglio non ci sono dentro la Rai, dove potrebbero interagire al meglio con chi è venuto prima di loro” (Espresso, 4 Ottobre 2012). Chissà quali sino i meccanismi di selezione per lavorare presso le Teche affinché un ventenne di oggi e di domani sappia come fare. Che sia irriverente, entusiasta e spericolato. Mamma Rai lo aspetta per mettere mano nel grande archivio che racconta ciò che siamo stati, ciò che siamo e ciò che saremo.

martedì 2 ottobre 2012

Convegno: “Crisi del lavoro e nuove prospettive di profitto per la criminalità”




MD LAZIO

COMUNICATO STAMPA: CONVEGNO “LA CRISI DEL LAVORO E IL RISCHIO CRIMINALITÀ  NELLA PROVINCIA DI FROSINONE”

Mercoledì 3 Ottobre, alle ore 14.30, presso la Sala Conferenze del Palazzo di Giustizia di Frosinone, si terrà il convegno “Crisi del lavoro e nuove prospettive di profitto per la criminalità” organizzato da Magistratura Democratica - Sezione Lazio. Il programma dell’evento vedrà una prima parte dedicata agli interventi dei relatori. Seguirà alle ore 17,30 il concerto dell’orchestra giovanile del Conservatorio Licinio Refice di Frosinone, direttore M° Guillaume Boulay.

Partecipanti:

Apriranno i lavori il dott. Giuseppe De Falco, Procuratore della Repubblica di Frosinone e il dott. Tommaso Sebastiano Sciascia, presidente del Tribunale di Frosinone. Prenderanno poi la parola: il dott. Glauco Zaccardi, segretario di Md Lazio; la dott.ssa Anna Canepa, Vicepresidente dell’Associazione Nazionale Magistrati; Eugenio Soldà, Prefetto di Frosinone; Giuseppe De Matteis,  Questore di Frosinone; Marcello Pigliacelli, Presidente di Unindustria Frosinone; Domenico De Santis, Segretario Provinciale CGIL Frosinone; Ferdinando Secchi, Referente Regionale Libera; Antonio Iafano, Coordinamento Libera Frosinone. Hanno assicurato la loro presenza Nicola Ottaviani, sindaco di Frosinone, il dott. Amedeo Ghionni, Presidente del Tribunale di Cassino; il dott. Mario Mercone, Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Cassino; Antonio Menga, Comandante Provinciale Carabinieri di Frosinone; Roberto Piccinini, Comandante Provinciale Guardia di Finanza Frosinone; Davide Calabrò, Presidente del Consiglio dell’ordine degli avvocati di Frosinone.

Obiettivi:

Alla luce della grave crisi occupazionale che colpisce la provincia di Frosinone (9,2% tasso di disoccupazione 2011, Fonte: Istat), negli ultimi mesi al centro di casi di rilevanza nazionale (tra i più noti, la chiusura della Videocon di Anagni e la difficile situazione della Fiat di Cassino) e di fronte alla crescita preoccupante di sequestri di beni alla criminalità organizzata (aumento del 50% nel 2011, Fonte: Cgil Roma e Lazio; 53 beni confiscati, Fonte: ANBSC), il convegno si propone di guardare da più punti di vista alla situazione economica e sociale del territorio. Saranno analizzate le ripercussioni sull’attività giurisdizionale e le difficoltà vissute dalle realtà locali. Durante i lavori, verrà focalizzata l’attenzione anche sull’altra faccia dell’emergenza economica, ovvero il rischio di tenuta per il tessuto sociale del territorio, messo a dura prova dalla penetrazione della criminalità organizzata, in un momento storico-economico che registra un preoccupante “sfaldamento” delle tradizionali fonti lavorative e di reddito.

CONTATTI: stampa@magistraturademocratica.it  320-8603957; 349-8389359